BADIA S. Maria della Neve

Intervento di consolidamento e miglioramento antisismico della BADIA BENEDETTINA DI S.MARIA DELLA NEVE (Parma, comune di Langhirano, località Torrechiara), per il superamento del contesto critico determinato dall’evento sismico che ha colpito il territorio delle provincie di Parma, Reggio Emilia e Modena il giorno 23 dicembre 2008 (Committente: Diocesi di Parma).
Con il finanziamento erogato dalla Regione Emilia Romagna abbiamo attuato interventi strutturali nella chiesa, nel campanile, nel monastero e nella zona di clausura delle monache (in modo particolare nell’appartamento dell’abate, nello scalone, nelle stanze di clausura dei monaci nella cappella novecentesca). L’intervento ha riguardato il consolidamento di alcune importanti lesioni verticali e orizzontali, interventi locali di consolidamento con malte di calce idonee, il consolidamento estradossale dei solai con fibre bidirezionali in PBO e malta di calce idraulica speciale con l’inserimento di fissaggi puntuali resinati nonché fiocchi in fibra di carbonio nelle murature perimetrali. In corrispondenza dei muri sottoposti ad un’azione di ribaltamento, sono state inserite putrelle a sezione tubolare in modo da cerchiare l’area e ancorare le sezioni libere da vincoli orizzontali. L’intervento si è completato con la riparazione della copertura attraverso l’inserimento di controventi di falda. Nel campanile, poi, sono state riparate lesioni ai vari livelli, risanate con cunei in teflon e colaggi costituiti da malta di calce idraulica speciale. Inoltre essendo il primo livello del campanile privo di tiranti, si è provveduto all’inserimento di nuovi tiranti metallici e all’inserimento di nuove catene metalliche per trattenere la spinta delle volte e della parete longitudinale del lato est. Attraverso piastre metalliche nervate di bloccaggio (incassate nella muratura, sotto intonaco), i tiranti singoli sono stati collegati a quelli doppi del primo livello con l’inserimento di nuove piastre di solidarizzazione collegate alla capriata esistente. Si è previsto, infine, il risanamento dell’appoggio di tre capriate esistenti, attraverso la staffatura dei nodi catena/puntone con elementi metallici opportunamente dimensionati.

Le origini della badia di S. Maria della Neve a Torrechiara sono collegate alla famiglia Rossi, una delle più
importanti famiglie medievali di Parma. La prima importante fase di edificazione del complesso che comprende gli edifici principali del monastero (chiesa con sagrestia e campanile, chiostro con dormitorio e refettorio, cucina con dispensa e cantina, foresteria, officine e orto), occupò un arco di tempo di circa trent’anni a partire dal 1471.

 pcgif2

__________________________________________

Consolidamenti antisismici

Related Projects